Il Mercato sotto la Lente BTCUSD & BTCEUR – 18 Luglio 2018

BTCUSD

La situazione tecnica della criptovaluta più scambiata al mondo contro il dollaro americano è cambiata. I prezzi infatti dopo essere scesi in zona 6.150 dollari, hanno realizzato un repentino recupero, superando la robusta resistenza grafica calcolata in area 6.850 – 6.900 dollari. Si tratta di una zona significativa in cui l’interesse dei compratori appare prevalere su quello dei venditori mediante una concentrazione importante delle posizioni long. In effetti il breakout / superamento di quest’ultimo livello potrebbe garantire un’inversione long di trend, ed un’estensione teorica a ridosso di 7.800 dollari. Critico sarebbe invece un eventuale reverse sotto i 6.650 dollari in quanto potrebbe generare un altrettanto rapido drawdown verso il sostegno individuato in area 5.900 – 5.850 dollari. Sul versante grafico, tuttavia, solo l’assenza di falso segnale short sotto quota 5.800 dollari può rilasciare un market timing ribassista di tipo tendenziale. In buona sintesi Bitcoin ha costruito solide fondamenta sopra i 6.100 dollari, cogliendo di sorpresa i venditori ormai persuasi di un probabile crollo in direzione 5.800 dollari. In realtà chiusure positive sopra i 7.000 – 7.100 dollari e volumi in crescita potrebbero spingere la moneta ad interrompere definitivamente la precedente lunga fase di consolidazione. Di seguito i pivot point orari di BTCUSD: S3 4.900, S2 5650, S1 5.900, PP 6.350, R1 6.600, R2 7.100, R3 7.800.

Grafico BTCUSD by valutevirtuali.com

BTCEUR

Le quotazioni del rapporto di cambio BTCEUR appaiono rivalutarsi sulla scia della incoraggiante news secondo cui BlackRock, il più grande gestore al mondo, avrebbe creato un team ad hoc al fine di accertare le potenzialità di un possibile investimento nel mercato delle criptovalute e nella blockchain. Le indiscrezioni riferite dal Financial News hanno spinto al rialzo Bitcoin anche nei confronti della moneta unica europea, con i prezzi che hanno accelerato portandosi a ridosso dei 6.300 euro. In realtà già da qualche tempo gli investitori istituzionali hanno cominciato a guardare con interesse alle divise crittografiche. La scorsa settimana è stato il turno di Steven Cohen, noto hedge fund, mentre prima ancora si erano esposti JP Morgan, Fidelity e CME. Dal punto di vista prettamente tecnico, BTCEUR trova un solido supporto attorno i 5.300 euro, che si è dimostrata una valida base di lancio rispetto agli attuali apprezzamenti. Su timeframe a 240 minuti i principali oscillatori sono ben direzionati e potrebbero sostenere l’allungo del mercato di riferimento verso la resistenza a 6.650 euro prima e 7.200 euro in un momento successivo, mentre fatale alla ristrutturazione di una tendenziale long sarebbe una discesa sotto il citato livello dei 5.300 euro. Di seguito i pivot point orari di BTCEUR: S3 4.250, S2 4.850, S3 5.100, PP 5.300, R1 5.700, R2 6.100, R3 6.650.

Di Vincenzo Augello

N.B. La rubrica “Il Mercato sotto la Lente” interrompe il suo servizio per la pausa estiva e tornerà con i suoi aggiornamenti lunedi 27 agosto 2018.