Il Mercato sotto la Lente BTCUSD & BTCEUR – 13 Giugno 2018

BTCUSD

La principale criptovaluta del Globo subisce l’apprezzamento del dollaro USA. Bitcoin in effetti è stato respinto dalla robusta struttura di prezzo posta a 7750 dollari ed ha accusato una significativa flessione. La struttura tecnica di breve e medio termine pertanto rimane precaria e prima di poter assistere ad un rimbalzo indicativo servirà un sostanziale ciclo di riaccumulo. Dal lato dei compratori è importante la tenuta del supporto individuato in area 6550 dollari, zona che coincide con i minimi raggiunti lo scorso mese di aprile. Al contrario, un’eventuale discesa sotto i 6550 dollari fornirebbe un nuovo e pericoloso spunto ribassista verso l’obiettivo successivo a 6260 dollari per bitcoin. L’ outlook dovish espresso nel corso delle ultime sedute verrebbe invalidato soltanto dopo il ritorno sopra i 7750 dollari. Infatti il superamento di quest’ultimo livello di resistenza tecnica potrebbe consentire un’interessante inversione rialzista ed aprire effettivi spazi di evoluzione alla moneta digitale. Sul versante dei fondamentali, l’attacco informatico ai danni di Coinrail, un piccolo exchange in Corea del Sud avvenuto domenica scorsa, zavorra le quotazioni che tuttora viaggiano su livelli sottili dei volumi di scambio. La svendita delle divise digitali si è realizzata in preda ad una emotività che ha cancellato 42 miliardi dalla capitalizzazione complessiva. Grafico BTCUSD by tradingview

BTCEUR

Non cambia la situazione di bitcoin anche rispetto alla moneta unica europea. Sul piano dell’analisi tradizionale infatti si è assistito ad una flessione short che ha aperto un angolo di trend di 27 gradi rispetto alla trendline di inversione a 6600 euro. Registriamo in realtà circostanze difficili per il mondo delle criptovalute, con dei cali generalizzati che, per un motivo o per l’altro, non riescono a trovare dei riferimenti che possano fermarli. Sulle svalutazioni di gran parte delle valute digitali influiscono le recenti notizie secondo cui la Commodity Futures Trading Commission (CFTC) avrebbe avviato delle indagini per sospetta manipolazione dei prezzi su alcune delle più grandi piattaforme di scambio come Bitstamp, Coinbase e Kraken. Si tratta di informazioni che nel breve termine minano la fiducia degli investitori, ma d’altro canto descrivono anche un ambito di controllo piuttosto severo da parte delle istituzioni, che potrebbe far evolvere l’intero comparto della speculazione sulle divise virtuali. Tornando alla grafitazione del cambio di riferimento, la tenuta del sostegno calcolato a 5500 euro è tuttora in grado di provocare un’inversione rialzista di tendenza ed aprire nuovi spazi di rivalutazione del rapporto criptovalutario. Peraltro il forte ipervenduto osservato in queste ultime sedute può alimentare il recupero dell’interesse dei compratori ed aggiornare spunti di rimbalzo. Grafico BTCEUR by tradingview

Di Vincenzo Augello

Se vuoi speculare sull'andamento delle criptovalute principali, clicca qui sotto:Confronto Piattaforme Broker >>