Fare trading nel weekend con le criptovalute

Fare trading durante il fine settimana è una prerogativa esclusiva del mercato criptovalutario. Nella pratica si tratta di una soluzione ideale per chi nella settimana lavora e non trova tempo sufficiente da dedicare alle attività di scambio commerciale che vedano come sottostante bitcoin e/o le altcoin. D’altra parte se, come è noto, è pur sempre possibile inserire in piattaforma ordini di stop loss e take profit per chiudere automaticamente le operazioni, per molti trader resta la necessità e la propensione a seguire personalmente il mercato, anche per cogliere nuove opportunità di trading.

In definitiva soltanto con le criptovalute esiste la concreta possibilità  di negoziare sui mercati finanziari nel weekend, ovvero il sabato e la domenica, quando in genere tutte le altre piazze tradizionali sono chiuse. Di fatto la maggior parte delle persone il sabato e la domenica hanno sicuramente delle ore di riposo e se il trading è l’attività che appassiona maggiormente , nel weekend ora si  può trovare l’occasione per fare esperienze e risultati in maggiore relax, senza essere pressati dai rimanenti impegni quotidiani del periodo lavorativo.

In effetti soprattutto per chi lavora fare trading durante il sabato e la domenica può rivelarsi più distensivo rispetto a chi fa trading ritagliandosi degli intervalli di tempo durante i normali impegni professionali , e tutto ciò può con maggiore probabilità riflettersi positivamente sulle trades e sui potenziali profitti derivanti dal trading a fine mese. Nel dettaglio ciò che importa maggiormente ai fini del trading è il fatto che il bitcoin e le altcoin sono quotate e hanno dei valori di scambio in dollari e in euro. Ciò significa che offrono delle opportunità di negoziazione al rialzo e al ribasso , in base al loro valore, niente affatto limitate nel weekend, dove i volumi di scambio restano perlopiù simili a quelli presenti nel resto della settimana.

Peraltro durante il weekend gli altri mercati valutari sono fermi ed in questo modo è possibile recuperare  maggiore freddezza e quindi lucidità per l’analisi delle principali economie globali che si confrontano con le criptovalute come bitcoin,  ethereum, ecc. A conti fatti, poi, considerando che i mercati tradizionali sono chiusi di sabato e di domenica, l’opportunità di potersi attivare al fine di conseguire qualche entrata extra è decisamente allettante. Ovviamente, è bene ricordarsi che si tratta di attività finanziarie, perciò oltre ai possibili profitti bisogna anche calcolare le potenziali perdite che possono annidarsi all’interno di una operazione di trading. Per la precisione sulle criptovalute si può fare trading a seconda delle ore in cui è attivo il broker, ma complessivamente quasi 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Infatti l’unico momento in cui non si può fare trading su alcuna cripto in genere si concretizza dalle 12 alle 14 della domenica, fase in cui l’intermediario è impegnato in aggiornamenti e manutenzione della piattaforma. Un orario, tra l’altro, in cui solitamente si è a tavola, quindi possiamo dire che c’è anche lo spazio per avvalersi di una pausa e godersi il pranzo domenicale in tutta tranquillità prima magari di riconnettersi ai mercati virtuali durante la sessione pomeridiana. Fare trading di sabato e domenica può essere una valida alternativa per provare un conto demo per esempio, e testare così le varie strategie che si sono studiate ed analizzate. Infatti a differenza dei mercati tradizionali i volumi non calano sensibilmente mentre i prezzi tendono a viaggiare per onde, spesso salendo e scendendo in modo ripetitivo.

In sostanza operare con un conto simulato è un ottima scelta per iniziare a prendere confidenza con la piattaforma del broker di trading online, se poi si è interessati alle criptovalute, si ha solo l’imbarazzo della scelta tra gli intermediari che le trattano. Per non parlare poi delle cripto a maggiore capitalizzazione che oramai sono disponibili sia in acquisto che in vendita con spread stretti e contenuti.  In conclusione si dovrebbe considerare che fare trading nei giorni feriali è di certo un’impresa non semplice per i neofiti, soprattutto a causa dell’elevata volatilità e delle non poche notizie in uscita ogni giorno. Ecco quindi che se si vuole imparare a prendere confidenza con l’analisi tecnica tradizionale dei grafici, allora aprire un conto di prova e testarlo nel weekend è probabilmente la scelta migliore.

Fare trading il sabato e la domenica ha in realtà numerosi vantaggi, tra i quali la possibilità di trovare una maggiore stabilità dei mercati, inoltre imparare l’analisi tecnica non è facile, ma operare con le criptovalute può essere un’opportunità durante le flessioni del mercato, in modo da riacquistare a prezzi più convenienti seguendo l’euforia a partire proprio dal fine settimana. Anche per il trading nel weekend consideriamo comunque il fatto che le tecniche e l’elaborazione grafica restano sempre  i maggiori alleati dei traders. Decisivo rimane capire bene cosa è accaduto negli ultimi giorni della settimana e qual’è il trend mensile dell’asset che si sta tradando, senza dimenticare che tracciare i supporti e le resistenze è un’ottimo modo per iniziare a capire dove sta andando il mercato e qual è la tendenza di medio e più lungo periodo.

Se vuoi speculare sull'andamento delle criptovalute principali, clicca qui sotto:Confronto Piattaforme Broker >>

Di Vincenzo Augello