Bitcoin: 2 nuovi record, e vale 4 volte l’oro

La quotazione del Bitcoin ha fatto segnare un nuovo record nelle ultime 24 ore. Anzi, i record sono due: per la prima volta il BTC ha superato la soglia dei $5000 arrivando a toccare il massimo storico di $5800 per poi riassestarsi, al momento della stesura di questo articolo, sul livello di $5500. Il secondo record riguarda lo swing massimo, in valori assoluti, in una giornata di trading. La valutazione del Bitcoin è salita di ben $1000 nel giro di sole 24 ore, fatto mai accaduto prima. Anche se in termini relativi lo swing è “solo” del 20%, soglia alla quale il marcato BTC ci ha spesso abituato.

Un altro indicatore interessante è quello che riguarda la Bitcoin Dominance, ovvero la percentuale del mercato delle criptovalute detenuta dal Bitcoin. Secondo i dati raccolti da coinmarketcap.com il BTC è tornato a valere circa il 55% del mercato totale delle crypto. Ricordiamo che il Bitcoin era sceso fino sotto al livello del 40% durante il mese di Giugno, quando Ethereum aveva iniziato ad insidiarne la leadership.

In questo momento sembra chiaro che il mercato sia alimentato da una fase di FOMO (Fear Of Missing Out) che potrebbe avere le sue radici nelle prossime Fork. Molti crypto-investitori infatti potrebbero aver deciso di riversare i propri fondi nel Bitcoin in previsione della fork di Bitcoin Gold il 25 Ottobre e di quella di SegWit2X di Novembre. Qualora le fork dovessero andare a segno, ed essere quotate, i possessori di Bitcoin prima di quel momento vedrebbero recapitarsi dei soldi gratis.

Jamie Dimon di JPMorgan non intende più parlare di Bitcoin.

In un recente articolo avevamo discusso di come i vari attori di Wall Street abbiano visioni diverse rispetto alla criptovaluta di punta. In particolare il CEO di JPMorgan ci era andato giù piuttosto pesante con il Bitcoin dichiarando che lo stesso sarebbe stato una frode alla stregua della bolla dei tulipani e, ovviamente, inimicandosi la crypto-community.

Molti lo avevano ritenuto responsabile del crollo di fine settembre che aveva riportato il valore del BTC vicino ai $3000.

Adesso, durante la presentazione dei risultati del Q3 della propria banca, Dimon ha dichiarato di non voler parlare più di Bitcoin visto che non lo considera nella categoria delle cose più importanti al mondo.

Una decisione è stata presa per non influenzare più i valori del mercato? O forse anche Jamie Dixon sta iniziando a cambiare idea?