Il Mercato sotto la Lente BTCUSD & BTCEUR – 23 Aprile 2018

BTCUSD

Secondo le aspettative preconizzate, il principale cambio criptovalutario raggiunge l’area di resistenza statica attorno quota 9000 dollari. Il movimento rialzista che ha condotto a questa rivalutazione è stato lento ma contraddistinto da una moderata crescita dei volumi di scambio  peraltro descritta dall’istogramma di Coinbase in figura. Durante queste ultime sedute di Borsa un vento di ottimismo ha infatti portato 96 delle prime maggiori criptovalute in territorio positivo, complice l’allontanarsi del celebrato Tax Day, data considerata fatale non tanto per ragioni scaramantiche quanto fiscali. Il 17 aprile di fatto era l’ultimo giorno utile per la consegna delle dichiarazioni dei redditi, denuncia in cui i titolari dovevano dichiarare la quantità di Bitcoin in portafoglio e sulla quale avrebbero dovuto pagare le corrispondenti tasse. Al di là del sentiment sulla criptomoneta, che guadagna terreno, gli indicatori di momentum rivelano una evoluzione positiva della forza del movimento rialzista. Tutto ciò lascia ben sperare e consente di fissare a 8000 dollari  un valore utile di mercato in grado di alimentare l’appetito per il rischio. Soltanto sotto questo livello sarebbe probabile un fase di recupero dei venditori ed un nuovo ciclo di riaccumulo. Viceversa, la perforazione della struttura di prezzo ai 10000 dollari e soprattutto il superamento degli 11000, concluderebbe la fase short vissuta in questi ultimi mesi dal mercato in questione. Grafico BTCUSD by tradingview

BTCEUR

Come per il cambio BTCUSD, utilizziamo lo strumento di analisi tecnica dei ritracciamenti fibonacci per individuare una vera e propria area di sostegno del mercato, calcolata attorno i 6400 euro per Bitcoin. Molto probabilmente infatti  fino a quando le quotazioni di rifermento rimarranno oltre questa soglia sarà possibile una sostanziale continuazione del trend bullish in atto. E’ pacifico che nel frattempo saranno probabili punti di flesso, caratterizzati da misurati e circoscritti swing , ma l’aria che si respira resta incoraggiante. Nelle prossime giornate infatti non è da escludere una direzionalità rialzista pronunciata verso gli  8000 euro prima e la resistenza statica dei 9500 euro in un secondo momento. Tale ultimo livello, invero, se raggiunto, consentirebbe di interrompere le velleità dei sellers, inizializzando un vero e proprio bull market.  Dal punto di vista operativo, anche per questa settimana, le operazioni in acquisto sul cambio evidenziano una minore esposizione al rischio; d’altro canto l’inversione di trend in procinto sulle maggiori monete virtuali potrebbe anche rivelarsi il segnale che in molti si aspettavano per il rally del secondo trimestre recentemente prospettato da tanti degli addetti ai lavori. Ciononostante la view su BTCEUR  resta ancora prudente: se tutto quanto rappresentato è la partenza di un rally si potrà capire solo la prossima settimana. Grafico BTCEUR by tradingview

Di Vincenzo Augello

Se vuoi speculare sull'andamento delle criptovalute principali, clicca qui sotto:Confronto Piattaforme Broker >>