Ripple investe 25 milioni di dollari su Blockchain Capital

Ripple ha visto oscillare molto il valore del proprio token, XRP, nell’ultimo anno.  Nonostante la criptovaluta adesso venga scambiata a 50 centesimi di Dollaro, nel corso delle scorse settimane è arrivata a valere anche più di 3 Dollari. Sebbene abbia registrato un calo, Ripple si conferma uno dei primi 5 token con performances migliori, avendo aumentato il proprio prezzo di ben 14 volte rispetto ad un anno fa.

Il calo generalizzato delle criptovalute ha colpito anche Ripple che però non ferma lo sviluppo dei propri prodotti e dei propri investimenti.

Proprio nella giornata di ieri, infatti, Ripple ha annunciato di aver investito un controvalore di 25 milioni di Dollari in un fondo di Blockchain Capital. In particolare Ripple avrebbe investito nella venture chiamata Parallel IV di Blockchain Capital, il primo fondo ad accettare finanziamenti direttamente in criptovalute, evitando così le problematiche relative al cambio con valute FIAT.

Il senior vice president di Ripple, Patrick Griffin, ha così commentato l’investimento:

“Blockchain Capital è il fondo principale per qualsiasi progetto che provi ad entrare nel mercato della blockchain[…] Hanno dato prova di essere in grado di ricercare e trovare progetti rilevanti”.

Lo scorso mese Blochchain Capital aveva annunciato di aver realizzato $150 milioni di dollari per il loro quarto round di finanziamenti, che erano distribuiti in $125 milioni di dollari sul fondo IV LP fund e $25 milioni di criptovalute sul Parallel Fund IV. Al tempo dell’annuncio non avevano chiarito qual era la criptovaluta versata sul Parallel Fund, oggi sappiamo che sono stati versati in XRP.

La Blockchain Capital ha dichiarato che metterà a disposizione tali fondi per partecipare in startup blockchain e per trovare nuovi casi d’uso per i protocolli ledger di Ripple e per l’Interledger.

Il co-fondatore e managing partner di Ripple, Bart Stephens, ha infatti rilasciato la seguente dichiarazione:

“Siano essi XRP, bitcoin o le tecnologie sottostante, il nostro obiettivo è quello di trovare i progetti migliori e mettere a loro disposizione le risorse per diventare aziende di successo che possano crear valore per i propri clienti sul lungo termine”.

Ci appare quindi evidente come, nonostante le varie fluttuazioni di prezzo, gli investimenti sulle tecnologie legate alle criptovalute non sono certo in calo, anzi. Sebbene i capitali che entrano tramite i fondi di investimento non hanno un effetto immediato, essi sono un fattore importante di crescita per l’ecosistema, che senza di essi non sarebbe così alimentato e rigoglioso come lo è stato in questi ultimi anni.

L’altra considerazione è che i Blockchain Capital, come gli altri fondi di investimento, non si focalizza sulla singola tecnologia ma cerca e mette a disposizione i propri fondi alle aziende che, sempre nell’ambito delle criptovalute, hanno una tecnologia che potrà avere dei casi d’uso di successo sul mercato nel lungo termine.

Se vuoi speculare sull'andamento delle criptovalute principali, clicca qui sotto:Confronto Piattaforme Broker >>