Il Mercato sotto la Lente BTCUSD & BTCEUR – 11 Aprile 2018

BTCUSD

Il principale cambio criptovalutario seguita a fornire una bassa volatilità, con i prezzi che si muovono poco al di sotto dei 7000 dollari per Bitcoin. A ritardare l’ingresso dei compratori sul mercato di riferimento, mantenendo le quotazioni con un trend tendenzialmente ribassista è la stagione delle tasse negli Stati Uniti, che ha già spinto gli investitori ad alleggerire le proprie posizioni per ritornare ad avere un certo grado di liquidità. Anche il mese di aprile dunque non sembra essere clemente con i valori di Bitcoin e con quelli delle altre criptovalute a causa delle citate scadenze fiscali USA che stanno condizionando tutti i mercati finanziari. Tuttavia la principale area di supporto compresa tra i 6500 ed i 6000 dollari tiene, evitando un più robusto declino della criptovaluta rispetto al dollaro americano. Peraltro MACD in configurazione 3.10.1 restituisce  lievi divergenze con il prezzo, avvalorando il significato dell’area supportiva attorno i 6000 dollari che rimane una valida base di attivazione di eventuali rebound del mercato.  Difficile, ad ora, dire se e quando i valori di contrattazione ripartiranno al rialzo, sebbene la recente notizia che annuncia l’ingresso di George Soros nel mercato delle criptovalute alimenta il rischio di una rinnovata volatilità sui mercati virtuali. Grafico BTCUSD by tradingview

BTCEUR

Rispetto alla moneta unica europea l’analisi tecnica di Bitcoin appare del tutto somigliante a quella contro il dollaro USA. Anche in questo caso infatti registriamo un cedimento che non perfora la forte area di supporto già segnalata in precedenza attorno i 5000 euro. Quello che si augurano i buyer a questo punto è un pronto ingresso di liquidità, e l’intervento del finanziere multimiliardario Soros sui mercati virtuali potrebbe favorire un significativo incremento dei volumi a sostegno di una  rivalutazione dei valori di mercato. A quanto sembra il capo della Soros Fund Management, fondazione da 26 miliardi di dollari, avrebbe ottenuto il via libera per fare trading sulle criptovalute, in un momento in cui il raffreddamento dell’eccesiva euforia potrebbe lasciar spazio ad un mercato più stabile, meno rischioso e forse anche capace di apprezzarsi gradualmente. L’obiettivo primario rimane pertanto fissato attorno i 6500 euro per Bitcoin, target che se raggiunto consentirebbe l’allungo verso gli 8000 euro in un secondo momento. Ciò nonostante i volumi attualmente rimangono esigui, e questo rallenta la formazione di qualsivoglia tendenza sul mercato, che rimane suscettibile di manipolazione a causa della liquidità sottile. Dal punto di vista  operativo e statistico,  le operazioni in acquisto sono quelle che adesso dimostrano una minore esposizione di rischio. Grafico BTCEUR by tradingview

Di Vincenzo Augello

Se vuoi speculare sull'andamento delle criptovalute principali, clicca qui sotto:Confronto Piattaforme Broker >>