Il Mercato sotto la Lente BTCUSD & BTCEUR – 28 Marzo 2018

BTCUSD

Sul rapporto criptovalutario più importante del mondo seguita a prevalere l’incertezza, d’altro canto la liquidità continua a rimanere bassa mentre la market cap su Bitcoin si riduce del 12,44% negli ultimi sette giorni. A livello di sentiment anche gli indici dei mercati azionari USA riflettono un marcato ribasso in questo ultimo periodo e, sebbene non esista correlazione tra gli indici americani e le piazze criptovalutarie,  il fenomeno denota in sostanza l’uscita degli smart money dalle piattaforme internazionali. Di fatto, se gli istituzionali decidono di uscire da un mercato, molto probabilmente escono anche dagli altri, compresi quelli virtuali,  generando contrattazioni sottili a causa della scarsità dei volumi di scambio. Per un deciso rimbalzo infatti il mercato di Bitcoin ha bisogno di volumi e di nuovi flussi di denaro in entrata,  per cui fino a quando gli addresses non riporteranno un valido incremento di liquidità, difficilmente potremo assistere ad un vera e propria ripresa. In discesa, prima di un drawdown fino ai 6000$ , il mercato dovrà affrontare l’ostacolo individuato dalla struttura di prezzo cerchiata attorno i 7400$. 8500$ tuttavia mantiene il ruolo di livello chiave ed un suo eventuale superamento consentirebbe l’allungo verso la resistenza calcolata  a 9000 dollari per bitcoin. Grafico BTCUSD by tradingview

BTCEUR

Anche nei confronti della moneta europea, Bitcoin mostra sostanziali difficoltà di rivalutazione a causa della diminuzione dei volumi  di contrattazione. Tutto questo circoscrive il rapporto BTCEUR  in uno stretto trading range che la grafitazione a 4 ore fissa tra gli estremi di 6300 e 7400 euro per Bitcoin. Dall’oscillatore MACD in configurazione 3.10.1 non si deducono informazioni importanti aggiuntive, se non il fatto di confermare una tendenziale compressione del mercato, che vive di oscillazioni regolari. La media dei volumi transati dunque, restando piuttosto bassa, facilita la prosecuzione di un andamento flat delle quotazioni e soltanto la rottura long o short dei livelli suggeriti consentirebbe la formazione di un trend. Con tutta probabilità, invero, si potrebbe avere una ricostituzione della tendenza rialzista in assenza di falso segnale long sopra 7400 euro e il ripristino delle vendite alla perforazione short del supporto tecnico individuato attorno i 6300 euro.  Tuttavia, rispetto alla volta precedente la struttura grafica di breve termine di BTCEUR pare migliorare, e dopo quella che si sta dimostrando come una pausa di consolidamento, soltanto una eventuale iniezioni di liquidità potrebbe portare il cambio sopra la resistenza segnalata, con obiettivo verso i 9200 euro per bitcoin. Pertanto è importante in questa settimana tenere sotto osservazione i volumi. Grafico BTCEUR by tradingview

Di Vincenzo Augello

Se vuoi speculare sull'andamento delle criptovalute principali, clicca qui sotto:Confronto Piattaforme Broker >>