Analogie tra investire in arte ed in criptovate

Molti analisti di borsa hanno evidenziato che negli ultimi anni di crisi finanziaria chi ha investito in arte, soprattutto moderna e contemporanea ha registrato una rendita media superiore agli investitori di borsa.

Hanno delineato alcune regole fondamentali per approcciarsi al mercato vasto e complesso dell’arte contemporanea, perché il semplice concetto del “mi piace” non funziona e non è un approccio ovviamente strutturato. Non si investe per estetica, se vogliamo che questa attività sia redditizia, analogamente al mercato finanziario dove non scegliamo una valuta piuttosto che un’azione dalla simpatia verso il paese che la emette o la Società che c’è dietro…

Il mercato delle cripto valute e il modo di interpretarlo non è diverso da quello dell’arte, cerchiamo di affiancare alcune regole per entrambi gli ambiti e vedremo come sia simile sotto molti aspetti:

INVESTIMENTO IN ARTE MODERNA INVESTIMENTO IN CRIPTOVALUTE
Seguire le aste e i commenti dei critici per capire quanto un autore stia per diventare di interesse del mercato; Spesso ci sono volontà precise dietro l’apprezzamento di un artista piuttosto che un altro e non è sempre facile percepirlo. Seguire i contenuti del web, gli articoli, le fork, le news,le ICO per prevedere i movimenti di mercato, assistiamo a grandi movimenti conseguenti ad ogni notizia rilevante perché le cripto sono ancora “piccole” rispetto al dollaro o all’euro e i movimenti sono molto legati alla singola notizia, anche di media entità;
Controllare sempre le mostre e i libri che stanno uscendo, le monografie, gli artisti di cui si parla in TV, il valore tipicamente aumenterà; Controllare sempre il trend delle principali cripto tramite i grafici, seguire le ICO e capire chi ci stia dietro, nulla vieta in via ipotetica che esca il nuovo bitcoin da un giorno all’altro;
Se un artista stacca un record price ad un’asta allora è il momento di comprare anche opere minori, sale l’attenzione del mercato; Se una valuta riceve molta attenzione, se ne parla molto e sta crescendo in modo rilevante, potrebbe essere un momento per fare un pensiero ed investire;
Vendere al momento giusto, alcune convinzioni di chi è fuori dal mercato non sono veritiere, le opere scendono di valore, succede spesso, e non sempre la scomparsa dell’artista le apprezza, sono altre le dinamiche che influiscono; Vendere al momento giusto, evitare di trovarsi per ultimi in una fuga di mercato, essere sempre sulla notizia e cercare di intuire quando una “bad news” deve portarci immediatamente a vendere una parte delle quote di quella valuta;
Scegliere opere sempre di ottima qualità e con le autentiche corrette e certe della loro provenienza; Scegliere valute solide come core del proprio portafoglio, puntare sulle minori o sulle ICO per la parte più “rischiosa” dell’investimento con più margini potenziali ovviamente;
Studiare sempre l’ambito, guardare i siti del settore e studiare la storia dell’arte, si parte dalle basi del passato per capire il presente; Studiare sempre l’ambito, guardare i siti del settore e studiare il trend nel tempo delle valute, da chi nascono e chi c’è dietro…
Come sappiamo la stessa opera può essere venduta a X ad un’asta locale, a 2X in TV, a 3X in una galleria di una grande Città e a ½ X online da un privato, quindi informarsi e navigare e cercare, la fretta è cattiva consigliera; Utilizzare piattaforme di trading sicure e fidate, validate dalla CONSOB e sul mercato da anni, stesso dicasi per i wallet; Per speculare davvero è necessario avere una piattaforma performante, che permetta di avere una leva adeguata per fare guadagni rilevanti con gli strumenti tecnici necessari.
Si nota storicamente che in periodi di crisi si apprezza l’arte moderna e contemporanea, negli ultimi anni abbiamo assistito a record price di decine di artisti, cifre di milioni di dollari che fino a 10 anni fa avremo pensato solamente ai grandi mostri sacri, che invece si stanno diffondendo notevolmente; In momenti di crescita economica tipicamente si apprezza l’arte classica e l’antiquariato; Si nota storicamente che in periodi di crisi economica le cripto si sono apprezzate, salendo vertiginosamente, come alternativa ad un mercato che non funziona più bene come una volta;

Se vuoi speculare sull'andamento delle criptovalute principali, clicca qui sotto:Confronto Piattaforme Broker >>

 

Non pensiamo di comprare l’artista che diverrà grande a pochi soldi, il mercato non è stupido, gli artisti tanto meno, i galleristi assolutamente no, se un artista “hanno deciso” che sarà un top di mercato, fin da subito costerà e nessuno vi regalerà le sue opere, i tempi dei grandi artisti del passato che davano quadri per un piatto di pasta sono lontani, ora il mercato è in mano a business man;

Differenziare il portafoglio comprando più artisti, si rischia meno di “scegliere il cavallo perdente”;

Difficile pensare di comprare a pochi spiccioli una valuta nuova e sconosciuta con una quota di capitalizzazione infima, esistono centinaia di cripto, ma solo 15 sono interessanti e solide.

 

Money management: se non posso permettermi di comprare un artista storicizzato o un grande nome posso puntare sulla contemporanea, cercando di intuire in base ai fattori precedenti chi possa salire, ma rischiando cifre idonee per il mio portafoglio. Money management: differenziare il proprio pacchetto di investimento cercando di puntare sulle valute più solide, magari con leva e avere un piccolo comparto sulle valute minori.