Volumi di scambio e capitalizzazione delle criptovalute

Un aspetto molto interessante nel mercato delle criptovalute sono i volumi di scambio e le relative capitalizzazioni di ciascuna cripto. Ma mentre questi dati possono darci una stima del valore dell’economia di una criptovaluta, essi non ci danno chiarezza su quanto interesse ci sia da parte delle varie economie mondiali.

Spieghiamoci meglio: ad oggi i dati in nostro possesso ci mostrano come l’economia delle criptovalute valga quasi 100 Miliardi di Dollari USA, e dal grafico sotto (tratto da coinmarketcap.com) di vede quale sia lo split tra il valore dell’economia del BTC rispetto al valore di tutte le altre cripto.

La percentuale di valore del mercato del bitcoin rispetto a tutte le altre criptovalute viene riferita come BTC Dominance e corrisponde alla linea gialla sul grafico che è calata fino ad assumere un valore vicino al 40%.

Ma che cosa dice realmente questo grafico? Il Bitcoin non è più la valuta di riferimento?

Essendo la prima criptovaluta per capitalizzazione il Bitcoin è senza dubbio la criptovaluta più importante. Ma la sua importanza risiede anche nel fatto che i maggiori exchanges si basino ancora sul BTC per far entrare valute FIAT “fresche”. Ovvero se l’economia delle criptovalute è cresciuta finora, il merito principale è stato del Bitcoin, essendo l’artefice principale dell’entrata di capitali in questo mercato. Il valore delle altre criptovalute infatti è aumentato primariamente poiché gli investitori hanno voluto diversificare spendendo Bitcoin per acquistare altre criptovalute.

Quanto è successo finora, pone anche un limite alla capitalizzazione totale di una criptovaluta: una cripto si può apprezzare in Dollari USA (o altra valuta FIAT) solo se guadagna punti nei confronti del BTC.

Adesso però si sta aprendo uno scenario diverso, anche le altre cripto iniziano ad avere un volume di scambio importante contro FIAT.

In un Tweet pubblicato da pochi giorni Spencer Bogart, Head of Research di Blockchain Capital, analizza i flussi di volume tra Cripto e FIAT occorsi in maggio e trae una serie di considerazioni molto interessanti, riportate a seguito del grafico.

1. Bitcoin in Giappone: I volumi di scambio tra JPY/BTC sono enormi (7.7 miliardi di Dollari) ma i volumi di scambio tra Yen e le altre cripto sono pressoché insignificanti.

2. ETH & ETC in Sud Corea: C’è un grosso interesse per gli smart contracts da parte dei Sudcoreani. Il Won Sudcoreano (KRW) è l’unica FIAT che ha più volume di scambio con ETH e ETC che con il BTC.

3. I volumi tra KRW e le cripto sono fortissimi, in modo disproporzionato: Nonostante il fatto che il PIL della zona Euro sia 10 volte quello della Corea del Sud, i volumi di scambio in KRW sovrastano quelli in Euro.

4. Litecoin è molto forte in Cina: in Maggio il volume del cross CNY/LTC è stato maggiore di quello tra CNY/BTC. Questo può essere dovuto al limite imposto sui prelievi in BTC dalla Cina.

5. Il cross ETH/BTC ha un volume molto importante: nonostante siano le due cripto più scambiate contro FIAT, anche il volume di scambio tra di loro è molto forte.

6. Dash ha il minor volume di scambio tra le criptovalute analizzate in questo grafico.

7. I volumi di scambio tra ripple e FIAT sono deboli: il volume di scambio principale per Ripple è contro BTC, che è molto maggiore rispetto a quello contro USD e KRW.

Quale sia lo sviluppo futuro dell’economia delle criptovalute è difficile da prevedere, certo è che questo rinnovato interesse soprattutto da parte delle economie asiatiche può aprire degli scenari diversi da quelli che abbiamo visto finora.

Se vuoi speculare sull'andamento delle criptovalute principali, clicca qui sotto:Confronto Piattaforme Broker >>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*