Bitcoin ETF – Sogno o Realtà?

Dopo l’ultimo rinvio di inizio Gennaio 2017, la SEC (Securities and Exchange Commission) USA dovrà decidere se approvare o meno il primo fondo di investimenti legato ai Bitcoin, il Winklevoss Bitcoin Trust. Il fondo è stato già registrato 3 anni fa dai fratelli Tyler e Cameron Winklevoss, ormai famosi alle cronache per la battaglia legale con Facebook, resa nota anche dal film “The Social Network”.

Il fondo dei Winklevoss ha un’estema importanza secondo alcuni analisti e potrebbe scuotere definitivamente il mercato dei Bitcoin e far schizzare alle stelle il valore della prima moneta virtuale.  Secondo l’analista Spencer Bogart di Needham and Co. infatti, un ETF sui Bitcoin potrebbe portare molti fondi istituzionali ad investire sui Bitcoin, come i fondi pensione USA ad esempio, che ad oggi non possono accedervi in quanto hanno l’obbligo di investire solamente su fondi di investimento registrati.

Secondo la banca di investimento Needham and Co. se il fondo dovesse ricevere l’approvazione della SEC, un flusso di 300 milioni di dollari potrebbe investire il mercato dei Bitcoin, che attualmente ha una capitalizzazione di circa 16 miliardi.

Visto che il volume giornaliero attuale è molto inferiore ai 300 milioni, dice sempre Bogart, sarebbe molto difficile reperire quel quantitativo di BTC in una settimana.

Secondo Christopher Burniske del fondo di investimento ARK Investment Management è impossibile acquistare l’equivalente di 2 milioni di dollari in BTC in un dato giorno senza muovere il mercato sugli exchanges americani. E dal momento che per ogni share di un partecipante al fondo ETF ci deve essere un equivalente investimento in Bitcoin, il mercato verrà inevitabilmente scosso qualora l’ETF venisse approvato. Scossa che secondo Burniske entrerà nella storia delle bolle finanziarie.

Ci sono però altri 2 fondi che hanno richiesto una simile approvazione alla SEC e potrebbero offrire servizi all’investitore comune: il Bitcoin Investment Trust di Barry Silbert ed il SolidX Bitcoin Trust di SolidX Partners in attesa di approvazione per entrare a far parte del New York Stock Exchange.

Anche se non c’è alcuna garanzia che nessuno di questi fondi venga mai approvato, la maggioranza degli ossevatori pensa che prima o poi un ETF legato ai Bitcoin verrà approvato inevitabilmente, cambiando per sempre il mercato dei Bitcoin.

Quali probabilità ci sono che venga approvato?

Sempre secondo Bogart le probabilità che il fondo Winklevoss passi l’approvazione della SEC il prossimo 11 Marzo sono circa il 25%, pertanto secondo lui è più probabile che l’approvazione venga rifiutata o rimandata nuovamente ad altra data.

Il mercato però è tornato ad essere fortemente rialzista in quest’ultima settimana, anche per rumors legati a questa notizia. E’ probabile quindi che nell’avvicinamento alla fatidica data il mercato ci riservi ancora sorprese legate ad un rinnovato interesse ed un’aumento di volume.

Se vuoi speculare sull'andamento delle criptovalute principali, clicca qui sotto:Confronto Piattaforme Broker >>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*